In Salute

Dieta in gravidanza: quanto mangiare e altre indicazioni

cosa mangiare in gravidanza
  1. Home
  2. /
  3. Salute
  4. /
  5. Dieta in gravidanza: quanto mangiare e altre indicazioni

In gravidanza mangiare bene e curare l’alimentazione è importante: spesso si dice che la donna incinta deve mangiare di più, in realtà è un mito da sfatare perché una corretta alimentazione in gravidanza si basa su peso e stato di salute. Solo il medico può consigliare modifiche alla dieta, se necessario.

La cosa certa è che la dieta in gravidanza deve soddisfare le esigenze della mamma e del feto, che deve crescere sano e regolarmente: la donna incinta deve provvedere a fornire tutti i nutrienti indispensabili a garantire una buona salute a se stessa e alla sua creatura. I cambiamenti ormonali in gravidanza sono all’origine delle più importanti modifiche di tipo immunitario, che possono esporre la futura mamma al rischio di infezioni.

Un’alimentazione corretta in gravidanza, bilanciata e varia, serve proprio ad evitare che accadano cose del genere. Vale comunque la regola che una donna in gravidanza deve mangiare di più, ma l’aumento di calorie non deve essere indiscriminato: se aspetti un bambino (se sei in attesa di gemelli ovviamente l’aumento dovrà essere leggermente maggiore) e sei “normopeso” dovresti provvedere a introdurre almeno 150-200 calorie in più al giorno, mentre se sei sotto-peso è consigliabile introdurne almeno 350, se in sovrappeso le calorie non devono superare le 150 al giorno. Questi valori sono assolutamente generici, solo un medico può confermare il necessario incremento calorico adatto alla gestante.

La dieta in gravidanza deve garantire un corretto apporto di vitamine, proteine, acido folico, calcio, ferro e fosforo durante tutti i 9 mesi della gestazione, ma sempre con la supervisione del medico, che potrà consigliare degli integratori vitaminici se lo ritiene necessario.

Un’altra certezza riguarda le scelte alimentari errate durante la gravidanza, che possono causare disturbi al nascituro. Non è consigliabile durante la gravidanza aumentare troppo il proprio peso perché un peso oltre misura può provocare problemi durante il parto, ma neanche mangiare troppo poco. Comunque la qualità dei cibi che mangiamo è molto più importante della quantità.

Alcuni alimenti da evitare in gravidanza, ad esempio per il rischio di toxoplasmosi e altre infezioni, sono la carne rossa poco cotta e gli insaccati; d’altra parte è invece consigliabile un apporto regolare e costante di frutta e verdura, lavate bene. I grassi e i fritti sono da evitare ed il consumo di dolci dovrebbe essere limitato.

Spesso in gravidanza si sperimenta un gonfiore, per evitarlo si possono rispettare degli accorgimenti:

  • mangiare piatti poco elaborati
  • evitare sughi e condimenti ipercalorici e pronti
  • evitare grassi e fritti
  • mangiare porzione piccole per non affaticare la digestione
  • ridurre cibi acidi: pomodori, salse di pomodori, spezie, agrumi, tè e caffè, menta e cioccolato, vino e alcolici
  • evitare di coricarsi subito dopo i pasti, almeno dopo un’ora dalla cena (per non stimolare la risalita dei dei succhi gastrici)
  • camminare dopo i pasti principali per aiutare la digestione
  • preferire abiti comodi che non stringano il punto vita o lo stomaco
  • evitare sforzi a stomaco pieno
  • attenzione ai cibi che si mangiano (pesce, uova, latticini)

Una corretta alimentazione in gravidanza è assolutamente fondamentale per te e per il tuo bambino / la tua bambina, quindi non lasciare nulla al caso!